Ricordi di nu vecchiu figghiolu

Quant’era bellu e tempi u me paisi,

tanti figghioli iocaumu nte strati,

i vecchiareddi davanti e porti seduti

da primavera a tutta l’estati

e quandu u ‘nvernu in seguitu rivava

ognunu u brascereddu si dumava

pa fridda sira chi si presentava. Continue reading “Ricordi di nu vecchiu figghiolu”

Annunci

Non scordare: Salviamo il salvabile

“A petra chi non faci lippu sa leva a fiumara”

Anche se molti detti calabresi vanno in contrasto con il modo moderno di pensare, posso dire con sicurezza che molte frasi tramandate dai nonni dei nostri nonni e che sono giunte a noi, ancora oggi sono veritiere. Continue reading “Non scordare: Salviamo il salvabile”

Giuseppe Carlino, poeta analfabeta

Nasce a Roccella Jonica il 21 ottobre 1878, un contadino semplice, Giuseppe Carlino. Poeta dialettale analfabeta, non possedendo gli strumenti della scrittura, affidava alla sua fertile memoria i suoi numerosi versi. Lo faceva anche in età avanzata, non disdegnando di farsi ascoltare da chiunque andasse a trovarlo nella sua piccola casa di campagna, in contrada “Fonte”. Ogni anno a carnelavale, Roccella celebrava, “l’olimpiade della poesia”, ed è proprio in questo contesto che nasce il lato artistica del Carlino. Continue reading “Giuseppe Carlino, poeta analfabeta”

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑