Decreto Minniti: tra sicurezza e libertà

Il tema della sicurezza in uno Stato, si sa, è una faccenda molto delicata. In un sistema di democrazia liberale come il nostro, la sicurezza non può che essere strettamente connessa con un altro tema molto delicato, quello delle libertà di ciascun individuo. L’equilibrio tra i due è ciò che va ad intaccare il cosiddetto “decreto Minniti” Continue reading “Decreto Minniti: tra sicurezza e libertà”

Annunci

Rosatellum Bis: ecco come si voterà a Marzo

Habemus legem!

La legge n. 165 del 3 novembre 2017, conosciuta ai più come “Rosatellum Bis” (dal nome del suo relatore, il deputato PD Ettore Rosato) è il nuovo sistema elettorale vigente nel nostro Paese dall’11 di novembre, data in cui la legge è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica. Continue reading “Rosatellum Bis: ecco come si voterà a Marzo”

Sempre meno

Qualche giorno fa, il 28 novembre, l’Istituto Nazionale di Statistica ha pubblicato il Report sulla natalità e fecondità della popolazione residente riferito all’anno 2016.

Il Report dell’Istat attraverso alcuni indicatori demografici – natalità, fecondità e nuzialità – ci dimostra come il trend negativo, che vede l’Italia, anno dopo anno, sempre più «demograficamente piccola», è stato rispettato anche nell’anno 2016.
Continue reading “Sempre meno”

Elogio al CNEL

È passato un anno ormai dal referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. Il referendum per confermare le modifiche che erano necessarie per ammodernare questo Paese rimasto fermo al dopoguerra, almeno stando a quanto diceva chi quella riforma l’aveva elaborata. Il referendum di Renzi & Co. O meglio il referendum di Renzi e basta, visto che lo ha personalizzato così tanto da promettere che si sarebbe ritirato dalla politica qualora il suo progetto di riforma non fosse passato. E così è stato. E lui ha mantenuto le promesse… A modo suo…

Continue reading “Elogio al CNEL”

Tira più Belen che un manoscritto di Telesio

Siamo agli sgoccioli di un’altra estate in terra calabra, stagione che dovrebbe e potrebbe, a queste latitudini, durare sei mesi, e che invece si riduce a circa 15 giorni nonostante i puntuali ed entusiastici proclami dei vari politici (o politicanti) nostrani. Che poi, quando senti certe notizie di cronaca, ti passa anche la voglia di domandarti il perché.

Sono una più fresca dell’altra, infatti, le notizie di Belen Rodriguez madrina al festival del peperoncino di Diamante (CS) e quella del tragico rogo nel centro storico di Cosenza che oltre ad aver tolto la vita a tre persone ha distrutto un’inestimabile collezione storico-artistica. Continue reading “Tira più Belen che un manoscritto di Telesio”

Falcone e Borsellino: un briciolo di speranza

Che non sarebbe mai stato facile loro lo sapevano fin dall’inizio, che avrebbero dovuto affrontare tutto da soli lo seppero solo successivamente, dopo che ebbero intrapreso questa lotta contro quello che consideravano il cancro del loro Paese. Non potevano essere persone più diverse Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ma erano accomunati da un desiderio, quello di cambiarci la vita, quello di lottare per ciò che consideravano giusto: il desiderio di combattere la mafia. Continue reading “Falcone e Borsellino: un briciolo di speranza”

Siamo alle solite

Puntualmente, nei momenti di difficoltà politica e istituzionale, la maggioranza di governo, in parte con la complicità della stampa e del web, si diletta a sfornare temi di basso rilievo e a far concentrare l’opinione pubblica su leggi che non hanno reali ricadute sulla vita delle persone e che si potrebbero affrontare in momenti di maggiore serenità.

Continue reading “Siamo alle solite”

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑