Incontro Trump – Conte: alleanza populista per un nuovo ordine mondiale

30 Luglio 2018, Casa Bianca. Il Presidente americano riceve il nuovo primo ministro italiano Giuseppe Conte, a seguito del suo invito al termine del G7 di Giugno. I due leaders stringono da subito un forte legame di amicizia e collaborazione. Sono i protagonisti degli sconvolgimenti politici degli ultimi anni.

Si definiscono “outsiders” della politica ma la usano in maniera ottimale.

Nel bilaterale di ieri presso la White House i due nuovi Presidenti hanno trattato tanti argomenti di fondamentale importanza geopolitica. Dal futuro della Libia al rapporto con la Russia e l’Iran, dal commercio mondiale ai gasdotti energetici che attraverseranno l’Europa. È iniziata una nuova partita a scacchi nel mutato scenario mondiale e Trump non ha esitato a far scoprire le sue mosse.

Gli Stati Uniti riconoscono la leadership italiana in Nord Africa, assegnando un ruolo chiave all’Italia in Libia e nel Mediterraneo. Trump conferma l’appoggio degli Stati Uniti alla Conferenza internazionale sulla Libia promossa dall’Italia e l’istituzione di quella che Conte ha chiamato “cabina di regia permanente Italia-Usa nel Mediterraneo allargato”.

L’Italia porta a casa, così, una grande vittoria diplomatica ma non solo…

Un altro tema chiave è stato quello dell’energia. La strategia americana è quella di spezzare l’asse tra Germania e Russia, fermando la realizzazione del gasdotto Nord Stream 2 e velocizzando la realizzazione del gasdotto Trans-Adriatico (TAP) che passa dalla Puglia. Su questo Conte ha promesso di incontrare “i sindaci per trovare sulla Tap una soluzione che contemperi le esigenze delle comunità locali”.

In Libia, intanto ieri, l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, ha incontrato a Tripoli Fayez al-Sarraj.  Eni, infatti, ha avviato il progetto di Bahr Essalam Fase 2, ossia lo sviluppo del più grande giacimento a gas in produzione nell’offshore libico ed è il principale fornitore di gas sul mercato locale con 20 milioni di metri cubi al giorno che alimentano le centrali elettriche del paese.

L’obiettivo di Trump è quello di riequilibrare il ruolo della Germania in Europa e il governo Conte è l’alleato perfetto per farlo. Il Presidente USA, nella conferenza stampa congiunta con Conte, critica la Germania sull’accordo con la Russia per il gasdotto Nord Stream 2. Merkel e Macron ora hanno un nuovo fastidioso inquilino nella casa Europa ed è proprio l’Italia con il suo nuovo governo.

Da parte sua Trump chiede la riduzione del deficit commerciale con l’Italia. L’Italia nel 2017 ha registrato, infatti, un surplus della bilancia commerciale nei confronti degli USA di circa 31 miliardi. Cifra che Trump non vede l’ora di diminuire.

usaita

“L’italia é un grande Paese con un grande popolo” […] e ancora.. “Io consiglio di investire in Italia”, così Trump durante la conferenza stampa congiunta con Conte.

Un’altra vittoria per il presidente americano è l’appoggio di Conte alla riforma del WTO (World Trade Organization) in chiave anti-cinese. Si pensa infatti che, il premier italiano in cambio di un trattamento non sfavorevole per le nostre aziende ha offerto l’appoggio agli Stati Uniti sulla riforma dell’Organizzazione Mondiale del Commercio poiché “non sarebbe razionale considerare ancora la Cina come paese emergente”. La Cina, il problema numero uno del deficit commerciale americano.

Molto interessante, infine, è stata l’apertura di Trump per un dialogo su un nuovo accordo per il nucleare con l’Iran. Il Presidente USA, incassando l’appoggio italiano, si è dichiarato pronto a incontrare il presidente iraniano Hassan Rouhani “senza alcuna precondizione”.

Ora la palla passa agli altri leader europei. Il 24 ottobre Conte sarà ospite da Putin al Cremlino. A maggio 2019 si terranno le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo. Il tempo scorre e si prevedono ancora sorprese nello scenario della politica internazionale.

Antonino Zampaglione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: